FAQ SUL FOTOVOLTAICO



Gentile Imprenditore, abbiamo qui inserito le domande e le considerazioni che ci vengono poste pi frequentemente dagli Imprenditori

  1. Desidero realizzare un grande impianto fotovoltaico che prevede un investimento cospicuo. La banca disponibile a finanziarmi per intero l'impianto?



1. Desidero realizzare un grande impianto fotovoltaico che prevede un investimento cospicuo. La banca disponibile a finanziarmi per intero l'impianto?
Ciò dipende dal soggetto richiedente. "A ciascuno il suo credito" recita lo spot di una nota Banca. E ciò, in linea di massima, vale anche per gli impianti fotovoltaici. Settimanalmente riceviamo decine di telefonate sull'argomento e la risposta è sempre la medesima: il soggetto che richiede un finanziamento per realizzare un impianto fotovoltaico deve avere merito creditizio. In parole povere la Banca, ricevuti dal soggetto richiedente i documenti di rito (Dichiarazione dei redditi, Modello Unico, Bilanci se si tratta di un'Azienda, ecc.), ne valuterà la situazione patrimoniale complessiva e l'affidabilità, richiedendo inoltre un preciso quanto puntuale Business Plan sull'investimento previsto. La cessione dei contributi GSE (Tariffa Incentivante) a favore della Banca è, in questi casi, di prassi. Ciò premesso se il merito creditizio del soggetto richiedente viene stimato complessivamente, ad esempio, in € 200.000 (comprensivi del valore del terreno o dell'immobile che si è eventualmente disposti a dare in garanzia), sarà impensabile poter realizzare un impianto il cui costo stimato è di € 1.000.000,00. Nella migliore delle ipotesi se la pratica di richiesta di finanziamento viene impostata a regola d'arte, prevedendo eventuali garanzie consortili, si potrà duplicare, in casi eccezionali addirittura triplicare il merito creditizio (in tal caso la Banca potrebbe richiedere fidejussioni) ma di più non si può ottenere. E considerando il metro di valutazione delle Banche italiane nell'erogare il credito, arrivare a triplicare il proprio merito creditizio è, di fatto, un “quasi miracolo”.