Prima consulenza gratuita
lun-ven 09.00-13.00 / 14.30-18.00
Home News Partner UMIQ Lavora con noi Accedi

REGIONE LOMBARDIA - contributi per interventi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti

14/05/2021

LA REGIONE LOMBARDIA METTE A DISPOSIZIONE DELLE PMI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINO A € 400.000,00 PER INTERVENTI FINALIZZATI ALLA RIDUZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI E DELLE  EMISSIONI DI GAS CLIMALTERANTI


Linea 1: interventi di modifica, sostituzione o integrazione degli impianti produttivi che consentano di migliorare la prestazione energetica del sito produttivo dell’impresa, calcolato in base ai consumi (termici ed elettrici) della produzione degli ultimi 3 anni solari. La riduzione dell’indice di prestazione energetica deve essere almeno del 7% e non deve includere la riduzione dei consumi relativi alla climatizzazione della sede produttiva.


Linea 2: Installazione di impianti fotovoltaici con potenza di picco fino a 1 MW sulle coperture delle sedi produttive e delle relative pertinenze, con possibile integrazione di sistemi di accumulo, finalizzati alla produzione e allo stoccaggio di energia elettrica per il fabbisogno dell’impresa.


Sono ammissibili le seguenti spese:


LINEA 1:



  • consulenza, perizia tecnica asseverata, progettazione, direzione lavori e collaudo, esclusivamente relative agli interventi oggetto di contributo e nel limite del 10% del totale delle spese ammissibili per la realizzazione dell’intervento;

  • fornitura ed installazione dei dispositivi e degli impianti che complessivamente consentono di ridurre di almeno il 7% l’indice di prestazione energetica della sede produttiva dell’impresa;

  • acquisto ed installazione sistemi di controllo e di monitoraggio dei consumi energetici degli impianti che sono oggetto dell’intervento di cui sopra;

  •  oneri per la sicurezza relativi all’installazione dell’impianto proposto.


LINEA 2:



  • consulenza, progettazione, direzione lavori e collaudo dell’impianto fotovoltaico e dell’eventuale impianto per l’accumulo dell’energia prodotta da quest’ultimo, nel limite del 10% del totale delle spese inserite in domanda;

  • fornitura ed installazione degli impianti fotovoltaici e degli eventuali impianti di accumulo, nel limite di 2.000€/kW per impianti fino a 20 kW, 1.600€/kW per impianti fino a 100 kW e 1.000€/kW per impianti con potenza superiore a 100 kW;

  • sistema combinato di Inverter con batterie;

  • allacciamento alla rete dell’energia elettrica;

  • oneri per la sicurezza relativi all’installazione dell’impianto proposto.


Le imprese devono essere dotate di una diagnosi energetica della sede produttiva soggetta all’intervento. La diagnosi dovrà risultare redatta e caricata sul sito dell’Enea non prima di 12 mesi dalla data di apertura del bando.


La medesima impresa potrà chiedere ed ottenere il contributo per ciascuna linea di intervento, con due distinte domande.