Prima consulenza gratuita
lun-ven 09.00-13.00 / 14.30-18.00
Home News Partner UMIQ Lavora con noi Accedi

UNIONCAMERE EMILIA ROMAGNA - Bando Digital Export 2020

16/06/2020

Procedura valutativa - Presentazione delle domande dal 22/06/2020 al 13/07/2020


UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA


METTE A DISPOSIZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE


CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO


PARI AL 50%


(fino a € 20.000,00)


DELLE SPESE AMMISSIBILI


PER RAFFORZARE LA CAPACITÀ DELLE IMPRESE DI OPERARE SUI MERCATI INTERNAZIONALI


Attraverso questo bando il Sistema Camerale Emiliano-Romagnolo intende rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati già serviti e nella ricerca di nuovi mercati di sbocco.


Infatti intende:



  • sostenere le imprese in fase di riavvio delle attività dopo la crisi sanitaria Covid-19;

  • rafforzare la presenza all’estero delle MPMI;

  • incrementare lo sviluppo di iniziative di promozione e commercializzazione digitale (es: e-commerce internazionali, vetrine virtuali, marketplace, ecc.);

  • favorire interventi funzionali alla continuità operativa delle attività commerciali all’estero da parte delle imprese nella fase post-emergenziale da Covid-19.


 Sono ammissibili le seguenti spese:



  • servizi di consulenza e/o formazione a sostegno del commercio internazionale;

  • realizzazione di spazi espositivi virtuali e incontri d’affari;

  • registrazione del marchio;

  • spese vive di viaggio, vitto e alloggio dei rappresentanti degli operatori esteri in occasione di incontri personalizzati.


L’investimento minimo è di € 6.000,00


Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 01/01/2020 e fino 31/12/2020 e devono essere fatturate a partire dal 01/01/2020 ed entro il 31/12/2020.


NB: Il bando si rivolge prioritariamente alle imprese esportatrici abituali o occasionali ovvero imprese che nell’ultimo biennio, per il quale siano disponibili le informazioni di bilancio, hanno svolto operazioni di vendita all’estero o hanno svolto operazioni di vendita diretta dei propri prodotti all’estero per un valore pari o superiore al 20% del proprio fatturato complessivo.


Si rivolge in via secondaria alle imprese non esportatrici ovvero imprese che nell’ultimo biennio, per il quale siano disponibili le informazioni di bilancio, non hanno svolto operazioni di vendita all’estero.