Prima consulenza gratuita
lun-ven 09.00-13.00 / 14.30-18.00
Home News Partner UMIQ Lavora con noi Accedi

MISURA NAZIONALE - Bando per l’introduzione delle tecnologie I4.0 - Voucher digitali misura A - progetti aggregati anno 2021

07/09/2021

Presentazione delle domande fino al 15 ottobre 2021


Procedura Valutativa (l’ordine cronologico di arrivo è irrilevante).


LA CAMERA DI COMMERCIO DI CUNEO METTE A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PARI AL 50% (max € 5.000,00) DELLE SPESE AMMISSIBILI PER INNOVAZIONE DIGITALE I4.0


La Camera di commercio di Cuneo intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle imprese, di tutti i settori economici attraverso il sostegno delle iniziative condivise di digitalizzazione. Le imprese possono presentare domande di contributo relative a progetti condivisi da almeno 3 soggetti.


Nello specifico si perseguono i seguenti obiettivi:



  • sviluppare la collaborazione tra imprese e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progettimirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;

  • promuovere l’utilizzo, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove tecnologie digitali;

  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post emergenziale.


Sono ammissibili le spese per:



  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dal bando;

  2. acquisto di beni e servizi strumentali inclusi dispositivi e spese di connessione, hardware e software, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti previste dal bando nel limite massimo del 50% dei costi ammissibili.


Le spese devono essere sostenute nel periodo 01/07/2021 - 31/03/2022.


Le agevolazioni previste dal presente Bando sono concesse ai sensi del “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”