Prima consulenza gratuita
lun-ven 09.00-13.00 / 14.30-18.00
Home News Partner UMIQ Lavora con noi Accedi

Glossario

Angolo azimutale: L'angolo azimutale indica il grado di scostamento delle superfici dei pannelli termici o del pannello fotovoltaico dall'esatto orientamento verso sud.

Angolo di inclinazione: Angolo fra il piano inclinato di ricezione e il piano orizzontale. A seconda del grado di latitudine del luogo di montaggio di un impianto solare vi sono differenti angoli di inclinazione ottimali.

Assorbimento (Grado di): Indica la quota di irraggiamento su una determinata superficie che viene trasformata in calore.

Assorbitore: Dispositivo di ricezione dell'irraggiamento solare, annerito o dotato di un rivestimento selettivo e di un sistema di tubi integrato. L'irraggiamento solare viene trasformato in calore sulla superficie e trasmesso ad un fluido termovettore (di solito miscela di acqua ed antigelo).

Biogas: Gas combustibile ottenuto dalla fermentazione di materie organiche in assenza di ossigeno. Da Bio = vita, e da gas, gas dalla vita.

Biomassa (dalla Gazzetta Ufficiale D.P.C.M. 8/3/2002 all. III): Materiale vegetale proveniente da coltivazioni dedicate, da trattamento esclusivamente meccanico di coltivazioni agricole non dedicate, da interventi selvicolturali, da manutenzioni forestali e da potatura, dalla lavorazione esclusivamente meccanica di legno vergine e costituito da cortecce, segatura, trucioli, chips, refili e tondelli di legno vergine, granulati e cascami di legno vergine, granulati e cascami di sughero vergine, tondelli, non contaminati da inquinanti, aventi caratteristiche previste per la commercializzazione e l'impiego, da materiale vegetale prodotto dalla lavorazione esclusivamente meccanica di prodotti agricoli, avente le caratteristiche previste per la commercializzazione e l'impiego.

BOD: Biochemical oxygen demand, ovvero domanda biochimica (biologica) di ossigeno - rappresenta una misura del contenuto di materia organica biodegradabile presente in un campione d'acqua. Può essere usato per stimare le qualità generali dell'acqua e il suo grado di inquinamento ed è un parametro usato nella gestione della qualità dell'acqua e nella depurazione. È spesso usato come parametro di misura per valutare l'efficienza per gli impianti di trattamento acque reflue. Per la sua misura sono disponibili in commercio numerosi kit d'analisi di semplice utilizzo.

Cella combustibile: vedi  Fuel cell.

Circuito pannelli (circuito solare): Circuito fra pannello e serbatoio di un impianto solare composto da pannello, tubazione, scambiatore di calore, pompa e dispositivi di sicurezza.

Circuito primario (circuito pannelli, circuito solare): È il primo circuito di tubi visto dalla fonte di calore (pannello). È il circuito in cui viene prodotta l'energia.

Circuito secondario: È il secondo circuito di tubi visto dalla fonte di calore (pannello). È il circuito che trasporta l'energia all'utenza.

Cippato: Materiale legnoso di vario tipo macinato in pezzi di dimensioni di circa 5/8 x 5/8 cm adatto per essere gestito da un sistema automatico per l'alimentazione di una caldaia a legna.

COD: Chemical oxygen demand, ovvero richiesta chimica di ossigeno. Il suo valore, espresso in milligrammi di ossigeno per litro, rappresenta la quantità di ossigeno necessaria per la completa ossidazione dei composti organici ed inorganici presenti in un campione di acqua. Rappresenta quindi un indice che misura il grado di inquinamento dell'acqua da parte di sostanze ossidabili, principalmente organiche.
La legge italiana consente lo scarico nei sistemi fognari di acqua il cui COD non sia superiore ai 700 mg/L. Acque aventi valori superiori, devono essere previamente trattate in modo da rimuoverne gli inquinanti.

Coefficiente termico: Indica di quanto diminuisce la tensione a vuoto o la potenza, e quindi il grado di efficienza di una cella solare o di un pannello, per grado Celsius, se la temperatura della cella aumenta. Dal momento che le dimensioni sopraindicate delle celle solari a cristalli hanno coefficienti termici negativi relativamente elevati, i pannelli composti da celle cristalline di silicio dovrebbero possedere un' adeguata ventilazione.

Cogenerazione: produzione combinata di energia elettrica e calore.

Collettore: Componente elementare di un impianto a pannelli che trasformi in maniera il più efficiente possibile l'irraggiamento solare in calore. Quest'ultimo viene captato e convogliato da un fluido termovettore e quindi trasmesso ad un serbatoio mediante uno scambiatore di calore. Un pannello piano è composto da un corpo ben coibentato in cui è situato un assorbitore. Il corpo viene coperto da una lastra in vetro solare.

Condizioni standard di prova (STC): (STC = Standard Test Conditions) Condizioni normate per la determinazione della potenza nominale (misurazione della linea caratteristica IU) di pannelli fotovoltaici: potenza di irraggiamento 1.000 W/m2 con incidenza luminosa perpendicolare; spettro elettromagnetico corrispondente a AM 1,5; temperatura delle celle di 25 °C.

Connessione alla rete:  (Esercizio in parallelo alla rete) Collegamento di un impianto fotovoltaico alla rete di distribuzione dell'energia elettrica mediante un invertitore (inverter) al fine di immettere completamente o parzialmente la corrente prodotta dall'impianto stesso. Gli impianti fotovoltaici connessi alla rete non richiedono accumulatori di energia (tale funzione viene in pratica esercitata dalla rete elettrica pubblica).

COP: Coefficiente di prestazione annuale.

Corrente: L'intensità di una quantità di carica che scorre attraverso un conduttore (per es. sotto forma di elettroni attraverso un filo di rame) viene chiamata corrente elettrica. L'unità di misura della corrente è l'amper (abbr. A).

Corrente alternata (AC): Corrente soggetta a continui cambi di polarità. Nella rete pubblica tedesca la corrente alternata ha una frequenza di 50 Hz (Hertz), ciò significa che essa assume 50 volte in un secondo valori positivi o negativi di una semionda (ideale) di forma sinusoidale. La corrente o la tensione alternata vengono prodotte da generatori rotanti o invertitori.

Corrente continua (DC): Flusso di corrente privo di cambio di direzione, come quello generato per es. da batterie o pannelli fotovoltaici.

Corrente di corto circuito: (Abbr. ICC) La corrente prodotta da una cella solare o da un pannello se entrambi i morsetti vengono collegati senza alcuna resistenza supplementare (corto circuito).

Cronotermostato: Apparecchio elettronico funzionante di solito a batterie che sostituisce il tradizionale termostato d'ambiente. Il cronotermostato oltre ad intervenire sull'accensione e spegnimento della caldaia in base alla temperatura interviene anche in base all'orario. In alcune fasce orarie l'abitazione è inutilizzata, quindi il cronotermostato abbassa la temperatura di qualche grado aumentando il risparmio energetico. Non spegne mai la caldaia a lungo tempo evitando i superlavori della caldaia per tornare in breve tempo alla temperatura di esercizio.

DC: Abbreviazione per Direct Current > corrente continua.

Denitrificazione: La denitrificazione è un processo nell'ambito del ciclo dell'azoto nel terreno, che comporta la riduzione dell'azoto nitrico con formazione di gas che si liberano nell'atmosfera (N2, N2O).
Aspetti agronomici: la denitrificazione in senso stretto è un processo negativo in quanto determina una perdita definitiva dell'azoto del terreno sottraendolo dal ciclo biogeochimico e, quindi, alle piante. Tali perdite possono essere ripristinate solo con l'azotofissazione e con la concimazione.

Diodo di by-pass: se una cella solare viene a trovarsi parzialmente o completamente in ombra, essa viene attraversata da una corrente minore. A causa del collegamento in serie interno al pannello la cella solare in ombra si riscalda e può subire danni irreparabili. I diodi di by-pass servono come protezione delle celle in ombra. Un pannello solare dispone di fino a tre diodi di by-pass a seconda del numero di celle.

Energie rinnovabili: quelle fonti di energia non "esauribili" nella scala dei tempi "umani" o comunque così percepite dall'uomo o dalla società. Energie che possono essere ricostruite, rigenerate o riformate attraverso l'utilizzo delle risorse disponibili quali sole, vento, maree, od altro senza sfruttare fonti fossili che aumentano il CO2 ed altre sostanze inquinanti.

Energia primaria: Energia ottenibile da una fonte naturale sotto forma di petrolio, carbone, metano, acqua, irraggiamento solare ecc. Le fonti di energia primaria possono essere impiegate in parte direttamente dal consumatore finale. La maggior parte dell'energia primaria viene però trasformata in energia secondaria.

Energia secondaria: deriva dalla trasformazione di energia primaria, per es. il carbone viene trasformato in coke o bricchetti, il petrolio in benzina, gasolio o nafta.

Energia solare: In senso stretto l'energia solare è l'energia che dal sole raggiunge la terra sotto forma di fotoni.

Fluido termovettore: Fluido nel circuito pannelli di un impianto solare che trasporta il calore dal pannello all'accumulatore. Per assicurare una protezione antigelo il fluido termovettore è normalmente una miscela di acqua e glicole.

Fotovoltaico: Che genera energia elettrica in seguito all'assorbimento della luce. (Abbr. FV) La tecnologia fotovoltaica trasforma l'energia solare (fotoni) in energia elettrica attraverso celle solari.

Fuel cell: Cella combustibile Apparecchio capace di produrre energia elettrica tramite una reazione elettrochimica alimentata da alcuni gas come l'idrogeno.

Generatore: Il termine generatore o generatore solare indica la totalità dei pannelli fotovoltaici fra loro collegati.

Generatore fotovoltaico: I singoli pannelli vengono inizialmente collegati in serie a formare stringhe e queste poi collegate in parallelo con il generatore fotovoltaico in modo da raggiungere tensioni e correnti sufficientemente elevate per l'immissione per es. di energia nella rete pubblica mediante l'inverter.

Genio: (dal Devoto Oli) Organismo tecnico o corpo militare cui sono demandati lo studio e l'esecuzione di lavori di interesse pubblico o militare.

Grado di efficienza:  Il grado di efficienza indica il rapporto fra due misure di potenza in un sistema (potenza in uscita ed in entrata). Il grado di efficienza è un valore temporaneo e dipende dalle condizioni di esercizio del sistema nel periodo di tempo considerato. Il grado di efficienza di una cella solare o di un pannello è definito dal rapporto fra la potenza elettrica prodotta e la potenza dell'irraggiamento. In ragione della dipendenza del grado di efficienza dalla superficie è necessario tenere conto di quale superficie viene considerata nel procedimento di calcolo, per es. la superficie complessiva del pannello o solo la superficie attiva delle celle all'interno di un pannello.
Il grado di efficienza di un pannello viene definito dal rapporto fra la potenza calorifica di un pannello (output) e l'intensità di irraggiamento a livello del pannello (input). Il grado di efficienza del pannello o del pannello è solo uno dei fattori che determinano l'efficienza di un impianto solare.

Impianto Biogas: è un sistema che ricava il massimo del gas naturale dalla decomposizione controllata di  materie degradabili di origine animale, vegetale e di scarto industriale.

Inclinazione del tetto: l'inclinazione del tetto è data dall'angolo di un tetto rispetto al piano orizzontale. Per un'integrazione armonica dell'impianto fotovoltaico sono indicate inclinazioni comprese fra 20° e 40°. Grazie ad appositi sistemi di montaggio i pannelli possono essere portati in posizione ideale anche con inclinazioni del tetto non ottimali.

Inseguimento solare: Con l'ausilio di un impianto ad inseguimento solare la superficie dei pannelli dell'impianto fotovoltaico viene ruotata nel corso della giornata e segue così la posizione del sole. Il bilancio energetico dell'impianto può essere in tal modo aumentato di circa il 30%.

Inverter: Trasforma la corrente continua fornita dai pannelli in corrente alternata compatibile con la rete pubblica. Servendosi di una regolazione MMP l'inverter preleva la potenza dal generatore fotovoltaico al Maximum Power Point della linea caratteristica IU.

Irraggiamento diffuso: L'irraggiamento solare presente sulla superficie terrestre si divide in irraggiamento diretto ed irraggiamento diffuso. L'irraggiamento diffuso è l'irraggiamento che non giunge al punto di osservazione seguendo un percorso geometricamente diretto dal sole ma che per es. viene riflesso o scomposto da particelle presenti nell'atmosfera.

Irraggiamento diretto: Irraggiamento solare che raggiunge la superficie terrestre in modo diretto. L'irraggiamento diretto si somma all'irraggiamento diffuso.

Irraggiamento globale: Somma dell'irraggiamento diretto e di quello diffuso sul piano orizzontale. L'atmosfera terrestre riduce la potenza dell'irraggiamento solare extraterrestre (costante solare) a causa di assorbimento, riflessione e scomposizione, e quindi la radiazione sulla superficie terrestre alle nostre latitudini viene ridotta a ca. 1.000 W/mq (estate, cielo sereno, a mezzogiorno). La disponibilità di energia solare varia a seconda delle condizioni meteorologiche e delle leggi astronomiche (che determinano fra l'altro il corso delle stagioni). La somma media annuale dell'irraggiamento globale su di una superficie orizzontale per es. nella regione di Hannover è pari a circa 1.000 kWh/(mq*a). Ciò corrisponde al contenuto energetico di circa 100 litri di gasolio o 100 metri cubi di metano.

Isola (Sistema/impianto a): Sistema fotovoltaico autonomo utilizzato per l'alimentazione energetica di utenze isolate (lontane dalla rete), per es. in montagna o in regioni rurali.

Kilowatt picco: (Abbr. kWp) Unità di misura della potenza teorica massima di un impianto fotovoltaico (1 kWp = 1.000 Wp).  Kilowattora: (Abbr. kWh) Unità di misura dell'energia (1 kWh = 1.000 Wh).

Led: componente elettronico capace di emettere un flusso di luce di vari colori con consumi piuttosto limitati. Sono attualmente utilizzati in apparecchi tecnologici come spie di funzionamento. Attualmente si stanno facendo studi per utilizzare i led per l'illuminazione. Vengono attualmente utilizzati anche nell'industria automobilistica per sostituire le luci di posizione e di stop per la loro lunga durata rispetto alle tradizionali lampadine.

Maximum Power Point: (Abbr. MPP) Inglese per punto di massima potenza. In questo punto di lavoro della linea caratteristica IU di una cella solare o di un pannello può essere ottenuta la massima potenza. Con il MPP-Tracking (inseguimento del punto di massima potenza) è possibile localizzare e impostare tale punto in ogni condizione di esercizio.

Montaggio autonomo: Il termine montaggio autonomo definisce un impianto fotovoltaico collocato su di una superficie autonoma, come per es. un campo.

Montaggio integrato nel tetto: nel montaggio integrato nel tetto i pannelli vengono incorporati nella superficie di copertura del tetto. A tal fine viene eliminata la superficie di copertura preesistente o, in caso di edifici di nuova costruzione, viene lasciata libera la superficie prevista per i pannelli.

Montaggio su facciata: Impianto fotovoltaico montato o integrato in modo fisso nella facciata di un edificio.

Montaggio su tetto:  Nel caso di montaggio su tetto i pannelli solari vengono installati parallelamente al rivestimento del tetto servendosi di particolari sistemi di montaggio.

Montaggio su tetto piano: Per un bilancio energetico ottimale i pannelli fotovoltaici installati su di un tetto piano devono essere collocati ad un'inclinazione di circa 30° con l'ausilio di una sottostruttura.

Nitrificazione: (da Wikipedia) Processo meccanico complesso. Prende il nome di nitrificazione la trasformazione dell'ammoniaca (NH3) e ioni ammonio (NH4+) in ioni nitrito (NO-2).
I batteri nitrificatori o notrosatori sono appartenenti ai generi Nitrosomonas, Nitrocystis oppure Nitrospyra. Generalmente sono organismi che hanno il loro optimum di attività a pH neutro o lievemente alcalino e necessitano della presenza di carbonati di calcio e di potassio (CaCO3 e KCO3). Quindi il loro massimo di efficienza è nei suoli di prateria.

Ombreggiamento: L'ombra prodotta sul tetto da alberi, edifici o antenne è il nemico di ogni impianto fotovoltaico. Le celle solari sono infatti collegate in serie ed ogni cella solare che si trova in ombra disturba il flusso regolare di energia, influenzando così il rendimento dell'impianto.

Orientamento di un impianto fotovoltaico: Per un orientamento ottimale le superfici dei pannelli di un impianto fotovoltaico dovrebbero essere orientate verso sud e presentare un'inclinazione dai 20° ai 40°.

Pannello: Collegamento elettrico di più celle solari incapsulate, protette dagli influssi meteorologici ed ambientali e isolate elettricamente. Un pannello costituisce l'unità fondamentale di un impianto fotovoltaico.

Pellet: Combustibile costituito da legno vergine essiccato e pressato in piccoli cilindretti, senza alcuna aggiunta di additivi. Il peso specifico del pellet sfuso è di circa 6-700 kg/m3, molto più elevato di quello di altri combustibili legnosi non pressati (cippato, trucioli). Il potere calorifico raggiunge le 4200 kcal/kg, con una densità energetica di 3000 - 3400 kWh/m3.

Pellicola sottile (Tecnica a): Definizione della tecnica di produzione di celle solari a pellicola sottile che vengono applicate su di un materiale di supporto economico (vetro, metallo, plastica). I vantaggi della tecnica a pellicola sottile sono rappresentati dal risparmio di materiale e di energia nel processo industriale di produzione, la facilità di applicazione e la possibilità di produrre celle solari di grandi superfici con collegamento in serie integrato.

Perdite per riflessione:  L'irraggiamento che viene riflesso dalla superficie di un collettore o di un pannello oppure dalla superficie di una cella solare e che quindi non può più contribuire alla produzione di calore e di corrente.

Potenza: L'energia consumata o messa a disposizione per unità di tempo. L'unità di misura della potenza è il watt (W) o il chilowatt (kW).  1 kW = 1.000 W = 1.000 J/s.

Potenza nominale: Potenza massima possibile fornita da una cella solare o da un pannello. La potenza nominale viene definita come potenza massima nel Maximum Power Point in condizioni standard di prova (STC) e viene misurata in watt picco (abbr. Wp).

Principio fotovoltaico: Descrive la creazione di una tensione elettrica in un semiconduttore quando i portatori di carica vengono eccitati dall'irraggiamento luminoso (fotoni) (foto-effetto interno). Estraendo i portatori di carica è possibile ricavare energia elettrica sotto forma di corrente.

Projet Financing: La finanza di progetto è un'obbligazione o un titolo di debito o un finanziamento strutturato in modo che l'entità debitrice possa ripagarne il capitale a scadenza e pagare i relativi interessi attraverso i ricavi conseguiti con l'investimento eseguito attraverso il capitale così preso a prestito. La finanza di progetto, per esempio, trova ampia applicazione nelle grandi opere pubbliche.

Protezione antifulmine: Un impianto fotovoltaico non incrementa normalmente il rischio legato ai fulmini. Gli impianti fotovoltaici vengono comunque montati in conformità alle norme di protezione antifulmine per motivi di scurezza e per prevenire danni.

Re.Future: nome dell'Associazione no-profit composto dall'acronimo in inglese - re = renevable energy - e dall'inglese future = futuro. Oltre ad un augurio è la sintesi del sogno dell'associazione, l'Europa che autoproduce la propria energia totalmente da fonti rinnovabili così da tutelare la salute dei posteri e del pianeta.

Regolatore di carica: Viene utilizzato in sistemi ad isola come elemento di connessione fra generatore fotovoltaico ed accumulatore. Regola e controlla il processo di carica. Ulteriori funzioni sono fra l'altro la protezione da scarica profonda dell'accumulatore.

Regolazione in base alla differenza di temperatura: Controlla il trasporto di calore dal pannello all'accumulatore attraverso l'inserimento ed il disinserimento della relativa pompa. Il segnale di controllo è dato dalla differenza delle temperature all'uscita del pannello e nella zona inferiore dell'accumulatore.

Remunerazione dell'immissione di energia: Remunerazione legata all'immissione della corrente rinnovabile prodotta nella rete pubblica di distribuzione di energia elettrica.

Resa del circuito pannelli: Quantità di calore che viene ceduta dal circuito pannelli (circuito solare) al serbatoio solare. Normalmente viene indicata una resa specifica del circuito pannelli. Per un impianto a pannelli piani una buona resa annuale è rappresentata da più di 400 kWh/(mq*a); i rendimenti massimi di grandi impianti si collocano al di sopra di 500 kWh/(mq*a).

Resa solare: Indica il calore solare utilizzabile, ovvero il calore che può essere impiegato come tale a partire dall'accumulatore una volta tolte le perdite termiche dell'impianto a pannelli.

Rivestimento antiriflesso: Un strato di rivestimento trasparente sulla superficie delle celle solari per diminuire le perdite dovute a riflessione. Grazie a tale strato speciale penetra più luce nella cella, dato che la superficie in silicio rifletterebbe altrimenti il 30% della luce solare.

Rivestimento selettivo: Rivestimento speciale sull'assorbitore di un pannello in grado di assorbire quasi completamente l'irraggiamento solare da cui è interessato (onde corte) e di ridurre contemporaneamente le crescenti perdite di irraggiamento legate all'aumento della temperatura mediante l'emissione di irraggiamento di calore (onde lunghe).

Scambio sul posto: definisce le regole attraverso cui viene regolamentato un contratto di scambio energetico tra il gestore della rete ed il produttore di energia rinnovabile. In sostanza la delibera definisce che l’energia prodotta attraverso fonte rinnovabile e ceduta al gestore della rete verrà scontata sui consumi del produttore medesimo.

Silicio: Elemento chimico dotato della possibilità di instaurare quattro legami con altri atomi e formare cristalli duri e ruvidi con una struttura stabile simile a quella del diamante. Dopo l'ossigeno il silicio e il secondo elemento più ricorrente sulla crosta terrestre, dove è però presente solo sotto forma di ossido di silicio SiO2 (quarzo, sabbia). Il silicio è il semiconduttore che fino ad oggi riveste il ruolo più importante nell'industria elettronica e nel settore fotovoltaico. La materia prima ossido di silicio può essere lavorata per ottenere silicio monocristallino, policristallino o amorfo.

Silicio amorfo (Abbr. a-Si): Gli atomi nel materiale amorfo sono ordinati in maniera irregolare (amorfo: gr. informe) Visto l'elevato potere di assorbimento dell'a-Si per una cella solare di questo materiale è sufficiente un rivestimento di pochi µm di spessore = tecnica a pellicola sottile.

Silicio microcristallino: Silicio policristallino costituito da più cristalli.

Silicio monocristallino: Denominazione del silicio presente in forma di cristalli singoli.

Silicio policristallino: È costituito da piccoli cristalli fra loro collegati che presentano dimensioni da qualche millimetro fino ad alcuni centimetri. Un procedimento comune di produzione del silicio policristallino è quello di fusione a zone.

Stringa: Collegamento in serie di più pannelli.

Superficie di apertura: Superficie vetrata di un pannello attraverso la quale viene captato l'irraggiamento solare. La superficie di apertura è la grandezza di riferimento per il grado di efficienza secondo le norme DIN 4757 e EN 12975.

Sviluppo sostenibile: Lo sviluppo sostenibile è una forma di sviluppo (che comprende lo sviluppo economico, delle città, delle comunità eccetera) che non compromette la possibilità delle future generazioni di perdurare nello sviluppo preservando la qualità e la quantità del patrimonio e delle risorse naturali (che sono esauribili). L'obiettivo è di mantenere uno sviluppo economico compatibile con l'equità sociale e gli ecosistemi, operante quindi in regime di equilibrio ambientale.

Tensione: Differenza di potenziale fra due punti, per es. fra i due poli di una batteria. La tensione (U) è la causa della corrente elettrica (I): entrambe le grandezze sono connesse fra loro dalla resistenza (R) di un conduttore come enunciato dalla legge di Ohm (U = R * I). L'unità di misura della tensione elettrica è il volt (abbr. V).

Tensione a vuoto(Abbr. Vca): Tensione elettrica di una cella solare o di un pannello quando entrambi i poli non sono collegati e quindi fra loro non circola corrente.

Termografia: un tipo di fotografia effettuata con uno speciale tipo di obiettivo capace di evidenziare con diversi tipi di colori le diverse temperature dell'area inquadrata.

Termosolare: Utilizzo dell'energia solare per la produzione diretta di calore. Il rispettivo convertitore di energia viene chiamato collettore o pannello solare termico.

Trigenerazione: cogenerazione in cui il calore è utilizzato sia per riscaldare che per raffreddare.

U:  Il valore U (un tempo denominato valore k) è il coefficiente di trasmissione termica che indica quanto calore attraversa un metro quadrato di un elemento costruttivo per una differenza di temperatura tra interno e esterno pari a un grado (unità:W /m2K, ossia Watt per metro quadrato e grado Kelvin). Un valore di U basso significa un minore passaggio di calore e un elevato potere termoisolante.

Volt: (Abbr. V): Unità di misura della tensione elettrica.

Wafer: Denominazione di una sottile fetta di materiale semiconduttore (per es. silicio). I wafer vengono utilizzati come materiale primario nella produzione di chip per computer e celle solari cristalline. I dischi cristallini vengono generalmente ricavate a partire da blocchi di semiconduttori ed hanno uno spessore compreso fra 0,2 e 0,3 millimetri.

Watt picco (Abbr. Wp): Unità di misura della capacità di potenza (potenza nominale) di celle solari e pannelli. I prezzi dei pannelli vengono comunemente espressi in Euro/Wp per permettere un confronto fra loro.